Missione dell'Istituto

La Fondazione Caccia-Rusca è nata ufficialmente nel dicembre 1903 grazie all'idea felice e alla ricca dotazione disposta dai coniugi Francesca Rusca e Giovanni Caccia.
Tra le disposizioni testamentarie ve ne è una che stabilisce, date le dimensioni limitate del ricovero di allora, che le persone da accogliere dovevano essere scelte di preferenza a Morcote, Bioggio, Vico Morcote, Brusino Arsizio, Melide e Barbengo.
La testatrice lascia altre norme relative alle cure delle persone ospitate e a decoro col quale doveva essere provveduto ad ogni loro bisogno.
Sono disposizioni oculate e precise e, si può dire, moderne che sembrano quasi intravedere la bellezza e la signorilità cui la casa di riposo è giunta ora.

Con queste nobili parole la testatrice chiarisce il suo scopo e definisce i criteri di scelta e le cure da dare ai "vecchi": "Siccome lo scopo da me testatrice nella fondazione di questo asilo si è quello di sollevare nel limite delle mie forze, la vecchiaia sofferente così intendo che la scelta abbia a cadere sui vecchi per età o per infermità impotenti al lavoro e privi di valido sostegno; di preferenza sui più poveri e su quelli fra questi che colla onestà della loro vita se lo siano meritato. Così pure desidero che il ricovero non abbia ad essere effimero ma efficace per cui intendo che i ricoverati abbiano ad essere circondati delle migliori cure e che sia provveduto ad ogni loro bisogno sufficientemente e decorosamente e come la loro età e condizioni di vegliardi esige".

Nel 1972 la vecchia villa veniva sostituita con l'attuale struttura, la quale ha avuto due interventi di ristrutturazione eseguiti nel 1995 e nel 2000 ed ora, a causa delle difficoltà finanziarie, è in sospeso la terza e ultima ristrutturazione.
Nel solco del lascito testamentario, e ai sensi della legge concernente il promovimento, il coordinamento ed il sussidiamento delle attività sociali a favore delle persone anziane, la casa anziani continua la sua missione aprendosi anche verso altri comuni limitrofi, garantendo una buona copertura alle necessità del comprensorio.
La struttura è medicalizzata, ed é indirizzata ad accogliere, senza alcuna forma di discriminazione, prevalentemente una popolazione anziana che necessita di una presa a carico di tipo medico-infermieristico sull'arco dell'intera giornata.

Ogni ospite della nostra struttura, in qualsiasi momento della sua vita, è considerato una persona unica, originale e libera, con un suo vissuto storico, da rispettare sotto tutti i punti di vista: biologico, sociale e spirituale.

Contesto operativo

L'istituto per anziani è una struttura integrata in un sistema di servizi territoriali sanitari e sociosanitari nel cui ambito opera in maniera coordinata, favorendo l'attivazione delle risorse del territorio in una logica di lavoro di rete. In particolare, è irrinunciabile l'integrazione e il coordinamento con i servizi di assistenza e cura a domicilio.

Se la capacità di giudizio dell'ospite è compromessa, la famiglia o l'équipe sono sollecitate, per favorire il suo benessere, nel rispetto dell'individuo, a prendere le misure ritenute più adeguate, agendo in un'ottica etica e morale.

Tutto il personale della Fondazione Caccia-Rusca collabora per garantire ad ogni ospite le cure necessarie per migliorare o mantenere il proprio benessere e per promuovere un accompagnamento che dia sicurezza, confort individualizzato e terapeutico.

La politica della Fondazione Caccia-Rusca tende ad offrire ad ognuno una qualità di vita istituzionale la più vicina possibile alle aspirazioni individuali. Sarà pertanto possibile di arredare la propria camera con del mobilio e suppellettili personali, purché non siano di impedimento alla mobilità stessa dell'ospite, di possedere una chiave della camera, di invitare parenti ed amici per consumare un pasto.

L'ospite resta alla Casa per Anziani Fondazione Caccia-Rusca fino alla fine della sua vita se questo è il suo desiderio. Il peggioramento del suo stato di salute o l'insorgenza di un handicap maggiore non induce un trasferimento, in quanto può essere curato nella sua camera in qualsiasi contesto di medicalizzazione richiesto.

Lo scopo di questo documento è anche di informare l'ospite e la sua famiglia come pure di garantire un certo numero di risposte alle questioni più elementari.